Carissime e carissimi Manovali,

siamo giunti al termine di un anno molto intenso, nel corso del quale il movimento si è diffuso in gran parte del nostro diletto Friuli. Giorno dopo giorno, siamo cresciuti e ci siamo fortificati.
E' stato un anno di grande impegno. Provo a riassumerlo nelle sue fasi più salienti.
Abbiamo redatto una carta dei principi, che è diventata ben presto il crinale per discriminare chi si propone di costruire un movimento autonomista forte e libero dalla nomenclatura politica italiana, ponendo alla base della nostra azione la fraternità tra noi tutti cittadini di questa terra.
Abbiamo contribuito in modo peculiare a consolidare la prima alleanza, dopo tanti anni di inutili divisioni, tra formazioni autonomiste che si riconoscono nella carta di Jalmicco; l'alleanza politica è oramai una solida realtà, nella prospettiva di formare un nuovo Partito territoriale unito, libero, rappresentativo delle aspettative e delle speranze della nostra gente.
Ciascuno di noi ha rinunciato alla logica delle appartenenze partitiche italiane, mantenendo nel cuore le proprie idealità, ma accettando di essere liberi, onesti, leali, autonomi. Ciò che ci sta a cuore è il nostro destino, il futuro dei figli di questa terra, la nostra autonomia, la maturità e la consapevolezza della nostra gente.
Vogliamo fare del Friuli e della nostra Regione una serra preziosa, in cui si coltivi l'intelligenza, la capacità, la modernità. In cui le nostre radici multiculturali siano risorse per avventurarci nel difficile e impegnativo futuro che ci aspetta. Considerando il futuro una sfida e una opportunità, non un pericolo.
Insieme agli amici e fratelli di Patrie Furlane e Patto per l'Autonomia, abbiamo sviluppato un programma elettorale che crediamo possa diventare la chiave della nostra riscossa, della rinascita collettiva.
Gli ultimi anni sono stati un lungo e freddo inverno, per tutti noi e per la Regione in cui viviamo. Siamo però certi che non esista un inverno che non conduca prima o poi alla primavera. E ciascuno di noi vuole diventare germoglio di speranza.
Abbiamo una alleanza; abbiamo un programma innovativo e per certi versi audace e coraggioso; abbiamo un candidato alla sfida regionale capace e di sicura fede autonomista.
Abbiamo tutto quello che serve per impegnarci in questa sfida e vincerla.

E' il momento di decidere, per ciascuno di noi, come e quanto impegnarci. Di seguito troverete un invito personale per partecipare alla nostra assemblea generale di fine anno; vi preghiamo di partecipare per darci forza e coraggio.
E ricordatevi: se non ora, quando?
Un sincero augurio di buone feste.

I portavoce: Rosario Di Maggio – Luca Paviotti

INVITO PERSONALE ALL'ASSEMBLEA GENERALE
DEL MOVIMENTO DEI MANOVALI PER L'AUTONOMIA

mercoledi 20.12.2017
ore 20.30
UDINE

viale Tricesimo, 181
c/o waira–aiar Valter Maestra

la capienza massima della sala è di 70 posti.
per motivi organizzativi siete pregati di confermare la vostra adesione

cortesemente segnalateci la vostra presenza

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
messanger Fb: manovali per l'autonomia

prossima e imminente apertura
blog: https://www.manovaliperlautonomia.eu/

Articoli recenti del blog

  • vuoi che ti rubino casa tua? Rosario Di Maggio 28/05/2018

    Salvini si giocherà tutto su questa semplice, banale domanda [e altrettanto semplice e sottointesa...

  • pensieri in libertà di pierino la peste Rosario Di Maggio 27/05/2018

    RICONOSCIMENTIViva emozione ieri alla serata di gala del centrodestra sovranista italiano. Nel corso...

  • uniti sotto il tallone latino Rosario Di Maggio 23/05/2018

    La seduta d'insediamento del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia [XII legislatura], si è...

Youtube

Newsletter

iscriviti alla nostra newsletter per essere informato sulle nostre iniziative
Privacy e Termini di Utilizzo