Salvini si giocherà tutto su questa semplice, banale domanda [e altrettanto semplice e sottointesa risposta]: vuoi restare padrone di casa tua? Allora devi votarmi. E dico esplicitamente Salvini, perchè Di Maio sarà costretto, suo malgrado, a fare da inutile e ininfluente spalla.

Giocando sull'equivoco tutto tipicamente italiano che casa tua [intendo proprio quella di tua proprietà] si identifica automaticamente con gli interessi collettivi dell'intero Stato italiano. Funzionerà benissimo, visto che non esiste un reale tessuto sociale unitario, e considerata la tradizionale propensione degli Italiani a preoccuparsi, prima di tutto, di se stessi.

Quindi i cittadini andranno a votare, ciascuno, per difendere la proprietà dei loro beni.

Minacciati da un'Unione Europea che vuole metterci le mani sopra e portarteseli via.

C'è un solo modo, credo, per disinnescare questa bomba a orologeria.
Trovare, a questa domanda, una risposta più convincente di quella di Salvini.

A dire il vero, ci sarebbe anche un altro modo per svegliare gli italiani da questo delirio: dire brutalmente e finalmente tutta la verità sui conti pubblici. Compresi i responsabili di questo disastro. Ma forse le conseguenze di questa operazione verità sarebbero ancora peggiori, scatenando un panico sociale che per il momento è tutto sommato contenuto.

Qualsiasi altra strategia identificherà automaticamente tutti gli altri Partiti nell'insostenibile ruolo dell'ufficiale giudiziario che viene a pignorarti la casa. A nome e per conto dell'invisa Merkel. Provare a spiegare la verità sarà del tutto inutile. Salvini ha messo su un marchingegno in cui lui sempre vince. O perchè gli dai ragione; o perchè, dandogli torto, sarai automaticamente identificato come un traditore. Questa è la peggiore delle conseguenze della scelta di Mattarella.

Non importa che la verità sia un'altra. La percezione popolare è questa. Con questa abile strategia manipolatoria, con un pochino di fortuna e per la babbeaggine dei suoi competitori politici, Salvini ha messo su quasi un piccolo capolavoro politico. E con questa diffusissima percezione, di pancia, si dovrà fare inevitabilmente i conti.

O resteremo travolti.

rosario

Articoli recenti del blog

  • vuoi che ti rubino casa tua? Rosario Di Maggio 28/05/2018

    Salvini si giocherà tutto su questa semplice, banale domanda [e altrettanto semplice e sottointesa...

  • pensieri in libertà di pierino la peste Rosario Di Maggio 27/05/2018

    RICONOSCIMENTIViva emozione ieri alla serata di gala del centrodestra sovranista italiano. Nel corso...

  • uniti sotto il tallone latino Rosario Di Maggio 23/05/2018

    La seduta d'insediamento del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia [XII legislatura], si è...

Youtube

Newsletter

iscriviti alla nostra newsletter per essere informato sulle nostre iniziative
Privacy e Termini di Utilizzo